HOME . STATUTO . EVENTI . PAGINE SOCI

 

 

FANO - pulizia del Pincio e della Rocca Malatestiana (12-13/04/2007)

 


Pulizia del Pincio di Fano e della Rocca Malatestiana

Porta Maggiore e il Pincio ripuliti dalle scritte in cambio di una mostra alla Rocca Malatestiana - da Il Messaggero del 6/04/2007

FANO - Ripulire i monumenti imbrattati da vandali in cambio di spazi espositivi dove mettere in mostra le proprie opere d'arte. E' le proposta che l'associazione Regresso arti ha formulato all'assessorato alla cultura. Il classico colpo da due piccioni con una fava al quale l'assessore Davide Rossi ha aderito con entusiasmo. Qualche settimana fa, in occasione del Carnevale, era scoppiata una polemica in merito alla presenza di manifesti pubblicitari su alcuni monumenti cittadini. Pagliuzze in confronto alle travi costituite da disegni osceni e scritte con vernici spray che deturpano molti fra i luoghi più suggestivi della città. E la rabbia nel vedere danneggiato il patrimonio storico e artistico locale ha stimolato un gruppo di intellettuali fanesi a chiedere tolleranza zero da parte delle istituzioni e delle forze dell'ordine nei confronti di questi episodi. Regresso arti, associazione di una ventina di soci (pittori, scultori, fotografi e altri artisti) con sede a Calcinelli, presieduta da Franco Cenerelli, si è offerta di ripulire gratuitamente le mura del Pincio e di Porta Maggiore con una microsabbiatrice ecologica, il tutto con il beneplacito dell'assessore ai beni monumentali Marco Paolini. In cambio è stata chiesta la disponibilità della Rocca Malatestiana nel mese di giugno, per 15 giorni, per allestire la mostra Regresso 2007 dedicata a pittura, grafica, mosaico, scultura e fotografia. Obiettivo è combattere il vandalismo attraverso la realizzazione di un progetto organico che avvicini i giovani a tecniche espressive alternative. "Si tratta di un'operazione culturale -osserva Rossi- perché compiuta da persone con spiccato senso civico e sensibilità". Nei mesi successivi alla ripulitura, in caso di nuovi imbrattamenti, gli artisti di Regresso arti interverranno a patto che il Comune denunci i singoli episodi. "La tecnica utilizzata per cancellare le scritte -spiega Cenerelli- è approvata dalla Soprintendenza e non prevede la sua copertura, bensì la rimozione attraverso una microsabbiatura e, prima di avviare i lavori, un saggio verrà sottoposto a un tecnico del Comune". Cenerelli non ha mancato di evidenziare come, "l'attenzione dimostrata dall'assessorato alla cultura non sia purtroppo stata seguita dalle istituzioni bancarie della città che, nonostante si fossero dichiarate sensibili al problema, non hanno erogato nemmeno un minimo contributo per sostenere l'acquisto della costosa microsabbiatrice, totalmente a carico dell'associazione". Info: www.regresso.it.

M.G.

Ripuliamo gratis le mura in cambio di una mostra - da Il Resto del Carlino del 6/04/2007

RIPULIRE le mura del Pincio e Porta Maggiore gratis in cambio di arte. E' quanto ha proposto l'associazione «Regresso Arti» di Calcinelli di Saltara all'assessore alla Cultura Davide Rossi al quale ha chiesto, invece che soldi, l'utilizzo della Rocca Malatestiana per organizzare una mostra dei membri della stessa associazione.
«REGRESSO metterà a disposizione il proprio servizio di rimozione imbrattamenti e smog — dice Davide Rossi — già utilizzato per molti edifici in Europa, tra cui la Torre Eiffel, e nel nostro territorio a Pesaro, Cagli ed anche a Fano nell'auditorium del Lido. Grazie a questo intervento ci guadagneremo due volte: la prima con la pulizia delle mura e la seconda con la mostra d'arte che sarà organizzata direttamente dall'associazione. Il Comune offrirà gratuitamente la Rocca Malatestiana per due settimane nel mese di giugno. In più, Regresso si impegna anche ad intervenire nuovamente nel caso in cui, nei tre mesi successivi al primo trattamento, si dovessero verificare altri imbrattamenti delle superfici trattate. Questo a patto che il Comune sporga regolare denuncia».
L'OBIETTIVO dell'iniziativa è quello di combattere il vandalismo ed avvicinare i giovani a tecniche espressive alternative. «Infatti — interviene Franco Cenerelli, presidente dell'associazione di Calcinelli — nella mostra che allestiremo a giugno ci sarà spazio anche per dei laboratori dove si potrà dare dato sfogo a varie forme di espressione per far capire che usare la vernice spray sui monumenti non ha nulla a che vedere con l'arte. Per quanto riguarda l'intervento di ripulitura che effettueremo a Fano, utilizzeremo la tecnica della microsabbiatura, una tecnica che ci permette di recuperare le opere senza correre il rischio di provocare danni».
AL PRIMO PIANO
della Rocca verrà allestita una mostra collettiva di pittura, grafica, mosaico, scultura e fotografia degli artisti di «Regresso Arti», associazione costituita nel 1999 e che conta tra le sue fila una ventina di soci-artisti. Nelle celle saranno organizzati, tra le altre cose, degli spazi dedicati all'incisione, ceramica e si allestirà una mostra con la documentazione dell'opera di pulitura del Pincio e di Porta Maggiore. Nell'area scoperta si svolgeranno invece letture di poesie ed eventi musicali.

 

L'associazione "Regresso Arti" si offre di cancellare le numerose scritte spray
Monumenti, l'ora delle grandi pulizie
Pincio e mura saranno bonificate da vandali e autori di graffiti
- dal Corriere Adriatico del 6/04/2007


di MASSIMO FOGHETTI
FANO - Grazie al frutto di una interessante collaborazione tra una associazione di artisti e 1 ' assessorato alla cultura, spariranno le scritte che alcuni vandali hanno segnato sui principali monumenti della città.
L'assessore Davide Rossi ha, infatti accolto la proposta avanzata dall'associazione "Regresso Arti - Regresso Pro Civitate" di Calcinelli che si è offerta di ripulire gratuitamente le mura del Pincio e Porta Maggiore, imbrattate dalle scritte con vernice spray che deturpano uno dei luoghi più suggestividellacittà.
In cambio l'associazione ha chiesto la disponibilità della Rocca Malatestiana nel mese di giugno per l'allestimento della mostra "Regresso 2007".
L'accordo è stato presentato ieri, dall'assessore Rossi e dal presidente dell'associazione, Franco Cenerelli.
"Regresso" mette a disposizione il proprio servizio di rimozione imbrattamenti e smog che si avvale di una speciale apparecchiatura (Ibix - sistema di pulizia tramite microsabbiatura ecologica), già utilizzata per molti edifici in Europa (Fori Imperiali e Palazzo Chigi a Roma, Torre Eiffel e Museo del Louvre a Parigi) e nel nostro territorio a Pesaro (Baia Flaminia, Palazzo Mazzolari-Mosca, Musei Civici, Casetta Vaccaj), Fossombro-ne (Mura del Parco Cartoni), Cagli (Monumento ai Caduti, Parco delle Rimembranze) e già anche a Fano all'Auditorium del Lido.
A fronte di questo impegno, è stato richiesto di avere a disposizione la Rocca Malatestiana e i suoi servizi, per circa due settimane agiugno per allestirvi una mostra delle opere dei soci della associazione, che raggruppa pittori, scultori e fotografi.
L'esposizione si articolerà in tre sezioni. Al primo piano della Rocca verrà allestita una mostra collettiva di pittura, grafica, mosaico, scultura e fotografia di artisti dell'associazione.
Nelle celle si organizzeranno dei laboratori aperti di incisione, pittura, mosaico, scultura, ceramica e si allestirà una mostra fotografica con la documentazione dell'opera di pulitura del Pincio ed altri siti.
Nello spazio scoperto si potranno allestire letture di poesie edeventimusicali.
L'associazione si impegna anche a successivi interventi nel caso in cui nei tre mesi seguenti il primo trattamento si dovessero verificare altri imbrattamenti delle superfici trattate.
L'obiettivo dell'iniziativa è combattere il vandalismo attraverso la realizzazione di un progetto organico che miri ad avvicinare i giovani a tecniche espressive alternative.
La presentazione della iniziativa, per una singolare combinazione, è concomitante all'appello lanciato da un piccolo gruppo di uomini di cultura, a cui pochi giorni dopo si è aggiunto un secondo gruppo, che esprimeva la sua riprovazione proprio contro le scritte che deturpano i monumenti dellacittà.
Se, infatti, sono condannabili le scritte e i disegni dipinti con la vernice spray nei sottopassaggi e nei muri delle case private, lo sono tanto più sui monumenti, il cui valore, oltre che dall'antichità e dai propri trascorsi storici, è dato dall'immagine che essi assumono nel contesto cittadino.
"Chiediamo uno spazio per esporre le nostre opere e in cambio ci prestiamo a ripulire le vostre cose più preziose dagli imbrattamenti dei vandali".
Quale migliore proposta può essere fatta da un gruppo di giovani che intendono in questo modo farsi conoscere e acquisire una ribalta che sia qualcosa di più di una semplice saletta offerta da un bar?